Ivas Academy

APE 2015: al via il nuovo attestato di prestazione energetica

seo titolo secondo

ivas blog

categoria: Risparmio energetico  lunedì 26 ottobre 2015

APE 2015: al via il nuovo attestato di prestazione energetica

Certificazione energetica degli edifici: da ottobre 2015 operativi i decreti relativi alle metodologie di calcolo delle prestazioni e ai requisiti minimi.

Le più recenti disposizioni di legge in materia di prestazioni energetiche degli edifici  sono rappresentate dai  Decreti Ministeriali del 26 Giugno 2015  in vigore dal 1 ottobre 2015,  che recependo le ultime direttive Europee, creano solide basi per la progettazione di Edifici a Energia Quasi Zero (EEQZ)  previsti dalla Direttiva 2010/31/UE.

Il primo decreto riguarda i requisiti minimi e le prescrizioni obbligatorie per la costruzione di nuovi edifici, la ristrutturazione e la riqualificazione energetica; il secondo presenta la nuova certificazione energetica: metodo di valutazione e classificazione con i modelli di attestato. Il terzo riporta i modelli di relazione tecnica.

Il decreto "Linee guida per la certificazione energetica degli edifici" contiene la nuova disciplina per l’Attestazione della Prestazione Energetica degli edifici (APE 2015). Il nuovo APE sarà uguale per tutto il territorio nazionale e offrirà al cittadino, alle Amministrazioni e agli operatori maggiori informazioni riguardo l’efficienza di involucro e impianti, consentendo un più facile confronto della qualità energetica di unità immobiliari differenti e orientando il mercato verso edifici efficienti. Viene inoltre definito uno schema di annuncio di vendita e locazione che uniforma le informazioni sulla qualità energetica degli edifici e istituisce un database nazionale dei certificati energetici (SIAPE).

VERSO GLI EDIFICI A ENERGIA QUASI ZERO (EEQZ)  

L’articolo 4-bis introdotto nel DLgs 192/05 dalla Legge 90/13 indica che a partire dal 31 dicembre 2018, gli edifici di nuova costruzione occupati da Pubbliche Amministrazioni (e di loro proprietà), compresi gli edifici scolastici, devono essere progettati e realizzati quali edifici a energia quasi zero. Dal 1 gennaio 2021 la disposizione è estesa a tutti gli edifici di nuova costruzione.  

In base alla definizione del DL 63/13 ripresa dalla Direttiva Europea, l’edificio ad energia quasi zero è un “edificio ad altissima prestazione energetica, (…) Il fabbisogno energetico molto basso o quasi nullo è coperto in misura significativa da energia da fonti rinnovabili, prodotta all’interno del confine del sistema (in situ).”


Fonti: Anit; Edilportale

SCRIVI UN COMMENTO
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
COMMENTI

Nessun commento momentaneamente disponibile

img Ivas Industria Vernici Spa
  • Via Bellaria, 40
  • 47030 San Mauro Pascoli (FC) - Italia
  • tel. +39 0541 815811
  • fax +39 0541 815815
  • info@gruppoivas.com
seguici su:
Iscriviti alla nostra Newsletter:

Inserisci i tuoi dati qui sotto per ricevere tutte le novità sui prodotti e sulle applicazioni Tutti i campi segnati con un asterisco (*) sono obbligatori

Newsletter

Accettazione della privacy * Il sottoscritto dichiara di avere ricevuto completa informativa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003, ed esprime il proprio consenso al trattamento ed alla comunicazione dei dati personali ad opera dei soggetti indicati nella predetta informativa e nei limiti della stessa. Rimane fermo che tale consenso è condizionato al rispetto delle disposizioni delle vigente normativa.

referenze
download